Duis ac lorem sit amet nibh gravida malesuada rutrum ac velit.
Feel free to call us: +1 800 789 50 12

Riqualificazione energetica




Particolare attenzione viene rivolta in questo momento storico alla RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA degli edifici esistenti.
Case private, strutture pubbliche, attività produttive, alberghi sono tutti ambienti che consuma moltissima energia per produrre corrente elettrica, riscaldarsi e raffrescarsi.

La giusta ricetta sta nell'intervenire prima a ri-efficientare l'involucro edilizio, ovvero realizzare tutti gli interventi atti a ridurre il fabbisogno energetico e di conseguenza a migliorare in genere il confort abitativo (temperature superficiali, acustica, salubrità dell'aria).
Gli interventi spesso possono avere dei comuni denominatori:

RICOIBENTAZIONE

Ricoibentazione delle murature fatte dove possibile esternamente, ma dove non lo é fatte dall' interno in controparete.
SOSTITUZIONE SERRAMENTI

Sostituzione dei serramenti con prodotti più performanti a doppio o triplo vetro facendo particolare attenzione all' attacco del nuovo serramento con la muratura
COIBENTAZIONE COPERTURA

Coibentazione della copertura con particolare attenzione alla massività del prodotto per evitare il surriscaldamento estivo ed altri interventi vari, sempre specifici al singolo caso.

Nella scelta dei materiali va prestata massima attenzione al fenomeno delle condense interstiziali per evitare muffe, in ogni posizione della struttura.
Spesso l'intervento viene ottimizzato con l'applicazione di una ventilazione meccanica controllata, tecnologia ormai collaudata, utilizzabile anche su singoli appartamenti.
Il risultato finale dell'intervento deve garantire la risoluzione dei ponti termici, cosa che si puó verificare con una termocamera, dall'esterno dell'edificio.
L'intervento di ri-efficientamento energetico puó essere certificato CasaClima R.

Una volta che il fabbisogno energetico è ridotto al minimo, bisogna calcolare quanta energia residua richiede ancora la costruzione per produrre la quantità di corrente necessaria ai propri carichi di esercizio, per riscaldare e per raffrescare.
A questo punto viene progettata l'impiantistica sostenibile in maniera specifica a soddisfare quel preciso fabbisogno residuo, ma viene fatto in relazione al microclima locale e quindi alle particolari situazioni esistenti:

L´ESPOSIZIONE PER IL SOLARE TERMICO E IL FOTOVOLTAICO

LA PRESENZA DI ACQUA DI FALDA PER LA GEOTERMIA

LA PRESENZA DI VENTO PER IL MINIEOLICO, ECC

Ogni intervento deve garantire un risultato chiaro e tangibile, che si deve tradurre in una nuova classe energetica e nei reali nuovi costi di bolletta dell' edificio.
Nella preventivazione di un intervento é possibile realizzare un businnes-plan evidenziando la riduzione dei costi di esercizio, gli incentivi e i contributi a favore e vedere quindi in quanto tempo lo specifico intervento é ammortizzabile.